modifiche d’inverno

di officinedada

quando ho montato la mia bici la prima volta, ho deciso di fare a meno del 22 sulla guarnitura e usare una singola con guidacatena.  ma vuoi il fatto che la mia gamba era quel che era, vuoi che con le nove velocità il rapporto più corto disponibile era 34×34, o forse l’utilizzo di un paio di deetracks da discesa, sta di fatto che dopo un paio di lunghe salite in gare locali ho deciso di chiudere il capitolo 1×9. non mi sono mai riadattato completamente al deragliatore: gli incroci, il risucchio catena nella palta, il guidacatena doppia con bash ecc. così, incoraggiato da report positivi, ho montato come segue: 1 corona narrow wide raceface da 32, una cassetta slx 10 11-36, un cambio zee gabbia media. niente guidacatena. tante cose si sono viste e dette dei nuovi cambi shimano con interruttore di frizione, e il mio è l’unico ad essere apparentemente uscito senza fenomeni di usura precoce. tra l’altro, grazie alla corona, quel sistema  non ho mai dovuto inserirlo. campo volo, sentiero dell’amicizia, san lorenzo più alcune tracce non proprio lecite, non sono riusciti a staccare la catena dalla trasmissione. anche ora mi pare una specie di oscuro vudù, ma che ha semplificato e alleggerito la bicicletta. per carità, nessuno nega che il rapporto finale sia un po più lungo, e che in salita si faccia un pò più fatica di prima, tuttavia mi ritrovo a piedi dove anche con il 22×34 stentavo in equilibrio precario. un’ultimo consiglio da frequentazioni carsiche umide: schwalbe hans dampf economici assolutamente da evitare, 5 stars apparentemente non hanno nessuno dei problemi di instabilità e inaffidabilità che ho incontrato.P1060262 P1060259