Buzet Downhill

di officinedada

Image

 

Dopo la positiva esperienza della splendida gara di enduro qui a Trieste, e dopo essermi impegnato nelle settimane successive a non far scendere il mio livello di fitness da “lumaca da giardino” a “personaggio da bar flavia” (locale triestino noto per la qualità degli avventori), è venuto il momento del primo test in discesa per la mia fedelissima ragley. Prima di tutto Buzet sta in un ambiente naturale stupendo, poi in fondo è la prima pista da downhill vero e proprio vicino a Trieste. questo se escludiamo un paio di location in cui devi essere fratello dei frequentatori, o dove già i cugini di secondo grado non possono accedere. Insomma, resistendo alla tentazione di stupideggiare in bikepark, io e Max Tumburus (l’altro pezzo del Brainlessracing) carichiamo il rinomato fiestino, e ci dirigiamo a fare alcune prove. E per fortuna: prima di tutto perchè il giorno dopo, il meteo ha trasformato una pista impegnativa e divertente in un tubo di pietre cerate. poi, perchè io li mi ci son sempre divertito con una biammortizzata, e tanti passaggi tecnici nei sassi, per me con la front, avevano un bel punto di domanda. una bici a sospensione posteriore, in velocità sui tratti tecnici, mantiene un assetto costante,mentre una front affonda all’anteriore. questo, combinato con gradoni in sequenza, può voler dire il disastro.

La prima e la terza discesa, come al solito, una catastrofe, ma averne fatte sei ci ha permesso di prender confidenza con i salti nuovi. un paio di doppi, alcuno drop dove prima c’erano delle semplici discesette: chi ha lavorato su questa pista, ha fatto un bel lavoro per rendere interessanti i tratti tra una sezione tecnica e l’altra. A fine giornata, con la piccola front, ho chiuso tutti i salti del tracciato, e per uno particolarmente grande affrontato particolarmente piano, ringrazio il cerchio deetraks posteriore e la povera guarnitura fsa per la tolleranza. Se non fossi andato a provare, mai sarei riuscito a fare il percorso così sciolto solo con l’affollata sessione del sabato pregara. ho visto un paio di altre front in alluminio girare, è il momento di fargli vedere che l’acciaio comanda.

e magari, in gara, usare il casco integrale invece della scodella da skater…